Josef Frank | Psichedelia scandinava

· 19:53

Adoro le cose inaspettate e fuori dal comune, non perché sia un'avventuriera, anzi, il mio spirito tradizionalista e abitudinario sarebbe da sottoporre ad una bella cura medievale. Però passo spesso momenti di noia, specialmente in ambiente di design e arredamento, in cui mi sembra di veder circolare sempre le stesse atmosfere, gli stessi colori, addirittura le stesse immagini monotone.
Parlando di design scandinavo, ad esempio, mi piace ricordare che non si tratta di un mondo interamente grigio pallido, grigio scuro, grigio chiaro, grigio medio e grigio pastello, ma che il mondo nordico è pieno di colori e fantasie al limite del fuori di testa!
È quello che mi capita quando guardo i tessuti e le carte da parati disegnati da Josef Frank a partire dagli anni Trenta, portando in Svezia l'immaginario fitomorfo e decorativo del suo background austriaco. Fiori, foglie, uccelli e soprattutto accostamenti di colore talmente azzardati e vivaci da abolire il concetto di "coordinato" a favore di un accumulo ben studiato ed elegantemente psichedelico.
Decisamente rivoluzionario e geniale.
















Come non amarlo? Inutile dire che molti dei tessuti prodotti da Ikea siano ispirati proprio a lui...



Emily

Nessun commento:

Posta un commento