Sarjaton di Iittala | Sì, ma io ho bisogno di un vaso!

· 13:04

Sì, sono stata assente per un po'.
No, non sono stata al Salone del Mobile 2015 per una serie di motivi tra cui la mia incurabile milanofobia. Quella sensazione che provo ogni santa volta che visito quella città tanto bella quanto spaventosa. La milanofobia è molto simile al disagio che Heidi provava a Francoforte e si manifesta con sintomi quali:
- Sentirsi sciatta, drammaticamente fuori moda e totalmente priva di griffe.
- Non sapere bene dove andare e rendersi conto di aver passato più tempo bestemmiando contro Google Maps che a fare quello che ho da fare.
- Scialacquare enormi somme di denaro non si sa bene dove e perché.
- Rendersi conto, una volta tornate a casa, che le foto fatte sono tutte sfuocate e fanno schifo.
- Voglia di picchiare tutti perché, come al solito, mi sono fatta fregare le monetine da quelli che ti "aiutano" a fare il biglietto della metro all'automatico.
- Incapacità totale di propormi, proporre il mio blog e stringere amicizie.
- Odio nei confronti dei cosiddetti Dj Set e voglia di pigiama ogni volta che mi viene offerto uno Spritz.
Per fortuna ho tante amiche blogger che mi ci hanno portata lo stesso grazie ai loro puntualissimi post, risparmiandomi l'hangover.

Detto questo, veniamo all'avvenimento principale di quest'ultima settimana: ho rotto il SECONDO vaso di Alvar Aalto di Iittala. Il secondo. Due.
Decidendo se rinnovare per la terza volta il mio acquisto, metto i tulipani nel bicchierone del minipimer e do un'occhiata alla serie Sarjaton.











Source_Pinterest


Emily

C'era una volta la Splügen Bräu Bar dei F.lli Castiglioni

· 19:48

Perché adoro quei pazzerelli dei fratelli Castiglioni? Perché sono in effetti dei pazzerelli, e poi perché nel 1960 hanno progettato e realizzato nientemeno che una fantastica birreria, ormai rimpiazzata da un fast food (stronzi).
Si tratta della Splügen Bräu Bar, un elegante locale adibito alla mescita di birrazze che si trovava in Corso Europa a Milano.



I profetici e attuali impianti scoperti, i la fila di sgabelli infinita grazie al fondale a specchio, le sagome in legno delle panche hanno il cuore ottocentesco ma il vestito minimal, i diversi livelli del pavimento e le sedute disposte a ranghi davano l'illusione di salire su un treno.
A soffitto, altoparlanti bianchi e le lampade Splügen Bräu in alluminio di Flos.

Le nostre birre contro i vostri mojitos.




Photo_Pinterest







Photos_domusweb.it


Emily

Il mood del mese | Aprile

· 19:53

Secondo appuntamento con la bacheca del mese, questa volta più importante che mai perché aprile è il mio mese, non ci sono dubbi.
Tra poco meno di venti giorni compio gli anni (argh!), il mio naso ha già iniziato a gocciolare per i simpatici pollini volanti, finalmente sono arrivati gli asparagi e aprile è periodo più indicato per la mia attività preferita: dormire.
È il mese del Salone del Mobile e dei correlati dubbi esistenziali se andarci o meno, delle prime gite in montagna a pestare l'ultima neve e della consapevolezza di vestirmi sempre troppo pesante o troppo leggera.
Tra qualche anno dirò che questo era l'aprile in cui progettavo la mia casa nuova.



Emily

Tante cose perfette in un loft a Londra

· 19:06

È già iniziato aprile, accidenti. I tedeschi migrano dalla ancora fredda Germania al Lago di Garda e io non vedo l'ora di progettare ogni minimo dettaglio della mia casa nuova. Mercatini dell'usato e home tour saranno il mio pane quotidiano finché non passerò la prima notte nella nuova camera, e prometto di riportarvi ogni cosa catturi la mia attenzione.
Oggi, per esempio vi porto all'intero di un bellissimo loft londinese che per certi aspetti ricorda molto la mia futura zona living e cucina, a parte i soffitti alti 72 metri e le finestre che darei un rene per avere nonostante l'enorme rottura di palle per pulirle.
Il pilastro orizzontale sul soffitto, il pilastro verticale con le deliziose librerie ad incorniciarlo, la posizione del divano e l'intera divisione degli spazi. Ecco quello che accomuna la mia maison a questo appartamento da sogno.
Adoro l'aspetto delicatamente maschile e mi piacciono moltissimo i quadri dal sapore classico che stemperano la durezza dello stile loft urban. E pure le sospensioni. E pure l'essenza del parquet (a proposito, quale sarà??).










E pure la Aim di Flos bianca in camera da letto.



E le subway tiles in bagno.
Uf.





Emily