Da quassù | Giovelab e la ceramica di montagna

· 19:54

Finalmente riesco a dare ufficialmente il via ad una nuova rubrica a cui tengo moltissimo, nella quale vi mostrerò il design trentino e altoatesino che mi è più vicino ma che molto spesso viene un po' ignorato. Se è vero che il territorio che ci accoglie influenza il nostro modo di vivere, è altrettanto vero che dalle esigenze del nostro lifestyle nascono oggetti di design che lo rispecchiano.
E allora perché non racchiudere, post dopo post, le suggestioni della mia terra?

Con grandissimo onore oggi inizierò dalle ceramiche di Giovelab, realizzate dalla Giorgia in mezzo ai boschi sopra il Lago di Caldonazzo, in provincia di Trento. Perché iniziare da lei? Beh, innanzitutto perché inizio col botto, facendovi vedere il suo lab e me, nella sua cucina, coccolata e munita di una delle sue bellissime tazze piena di tè.
E poi perchè lei, la sua casa, il suo cane e i suoi piccoli terrarium colmi di muschio, che sono un po' il miglior souvenir del bosco, incarnano la quintessenza della filosofia che sta dietro a questa rubrica.
Un laboratorio ricoperto da un sottile strato di bianco, tra rulli, pizzi e texture che non ti aspetti, timbri e animaletti di porcellana che sembrano nati per caso. Il tornio, le mani di montagna che producono tazzine leggerissime e perfettamente imperfette nelle quali, giuro, bere il caffè del mattino ha tutta un'altra leggerezza,
















Se le mie foto vi hanno incuriositi guardate tutte le sue porcellane e gres sul sito Giovelab, perché ne vale la pena.


Emily

Nessun commento:

Posta un commento