Matteo Cibic | Credo di aver bisogno di un Domsai

· 12:43

Non ci credo. Sono ancora a letto con una tazzona di caffè e un numero di biscotti che va da 5 a +∞ e non vedo l'ora di concedermi un po' della mia droga preferita: una bella pera di Pinterest (venite a trovarmi qui) senza preoccuparmi di quanto possa durare lo sballo e di rimanerci, tanto ebete lo sono già.
Finalmente è sabato, ho la mattinata libera e il sole ha deciso di prendersela comoda tant'è che al senso di colpa per rimanere chiusa in casa preferisco il calduccio del pc sulle gambe.
Oggi, ammè me ne frega solo di scrivere.
E gli unici sforzi che ho intenzione di fare saranno: premere con forza il deretano sulla poltrona per meglio modellare la conca a lui destinata, prepararmi un pranzo frugale, lavarmi i denti e (forse) mettermi lo smalto.
Per lo shoppingo on line purtroppo non c'è denaro, ma se ne avessi vorrei tanto un Domsai per arricchire la mia collezione di succulente e per comunicare al mondo con smisurata baldanza che "sì, anche io riesco a far sopravvivere una pianta".
Cos'è un Domsai? Semplice, il migliore amico che possiate mai avere sulla vostra scrivania o sulla vostra credenza, creata con amore da Matteo Cibic.








Emily

Piscine Castiglione e Philippe Starck | L'acqua ritorna trasparente

· 11:28

Un paio di settimane fa ho avuto il piacere di partecipare ad un blog tour da Piscine Castiglione, una realtà estremamente innovativa e dinamica proprio a pochi chilometri da casa.
Ma partiamo innanzitutto da cosa era per me la piscina prima di quel giorno: da piccola mia nonna aveva paura di portarmi a fare il bagno al Lago quindi ho passato le mie estati giovanili su e giù dallo scivolo a curve con il costume in mezzo alle chiappe per scivolare più veloce. Io, che a 10 anni mi sono scheggiata un dente tuffandomi nell'acqua troppo bassa. Io, che anche se lavorassi una vita non potrei permettermi una piscina e soprattutto una casa in grado di contenerla. Io, che so benissimo che non si fa ma qualche volta la pipì scappa sempre mentre sei a mollo.
Patetica.
Eppure da Piscine Castiglione ho capito che la piscina non è solo un vezzo da ricchi o uno sport da persone a cui non importa che i propri colpi di sole diventino verdi, perché le nuove tecnologie e la ricerca continua e curiosa danno risultati soprendenti.
Archiviate le vasche in cemento Castiglione ha brevettato e messo a punto la tecnologia Myrtha, un "sistema modulare brevettato, basato sull’utilizzo di pannelli in acciaio inox sui quali viene laminato ad alta temperatura uno strato di PVC di elevato spessore e durezza". E per un comfort ulteriore dell'utente il Pool Moss, un muschio proveniente dalla Nuova Zelanda, permette un utilizzo minimo di agenti chimici domando in maniera naturale un aspetto limpido e cristallino all'acqua della piscina.
Tra i numerosi progetti che mi sono stati presentati come potevo non rimanere colpita da una collaborazione con Philippe Starck per una piscina pubblica che ricorda molto da vicino quella progettata (e mai realizzata) da Adolf Loos per la ballerina Josephine Baker?


Inserita nella riqualificazione dell'edificio Art Nouveau Alhóndiga di Bilbao, la piscina è attrazione diretta e indiretta grazie ai pannelli trasparenti sul fondo che permettono la visione dei nuotatori dal piano sottostante.
Due grandi vasche a sfioro riscaldate sovrastate da una vetrata per ritrovare la leggerezza e la trasparenza proprie dell'acqua che sembra sospesa, perché nuotare è un po' come volare.









Odio il termine "eccellenza italiana" ma in questo caso non saprei come altro descrivere questa azienda dato che un amico, parlandomi di Piscine Castiglione, le ha definite "le Ferrari delle piscine".
Probabilmente la definizione più Hugs and Violence sarebbe: i fighi delle piscine.


Emily

Housework | Giorno di bucato

· 16:28

Porca miseria.
Sono stata in montagna un giorno e mezzo e al mio ritorno a casa la fatina del bucato mi ha lasciato una pessima sorpresa: la cesta piena. Odio le fatine e ancora di più odio raccogliere i panni asciutti, ripiegarli e smistarli nei vari cassetti, anche se ho deciso che finché mi considererò giovane e libera mi risparmierò l'ulteriore disagio del ferro da stiro convincendo me stessa che se stendo bene non serve stirare.
Di per sé il bucato non mi dispiace affatto, ordine e pulizia, un buon profumo che si spande per tutta la casa e massima scelta sugli outfit papabili, però finché non libero lo stendipanni non ho nessuno spazio per stendere quelli nuovi.
Per fortuna che il pessimismo e il fastidio si possono facilmente aggirare con mollette come queste...



Le trovate su ModCloth.


Emily

Ispirazione | Appartamenti maschili e Mondiali di Calcio

· 18:31

Ecco la notte magica, come quando al ristorante Spaghetti House guardavo le partite di Italia 90 ed ero fermamente convinta che Gianna Nannini nella sigla dicesse estathè al posto di estate.
Questo perché fu in quel periodo che mi innamorai perdutamente del tè freddo più buono del pianeta.
Solo che oggi non solo non me ne frega niente delle partite di calcio, ma anche quell'atmosfera festosa che percepisci da bambino senza saperne nulla dell'evento in corso, ormai non c'è più.
Adesso, per me, i mondiali sono solo una grandissima rottura di palle perché il bar sotto casa mia trasmette italianità da ogni suo atomo costitutivo.
E poi penso a questi che si tirano banane in campo, pubblicizzano shampoo anti forfora, ingravidano veline, hanno più soldi che neuroni e soprattutto generano schiamazzi.
Il tracollo dell'eleganza maschile.
E poi "Forza Italia" non si può davvero sentire.

Quindi io mi teletrasporto con la fantasia in questo appartamentino da sogno dalle caratteristiche molto maschili, sarà per la marcatezza delle linee, per la poltrona di pelle usurata o per lo Smeg nero.
E secondo me un uomo che vive qui non li guarda i mondiali.












Source: Food Love Sparkle


Emily

Up in the Air Table di Ramón Úbeda + Otto Canalda

· 19:58

È caldo. E quando è caldo scrivo di meno perchè il lago mi chiama.
Adesso però Francoise Hardy canta dal mio stereo e ho fatto più doccie di Edwige Fenech, quindi sono abbastanza fresca da sopportare il calore del pc sulle gambe.
Visto che siamo nella stessa barca ho pensato di darvi un po' di sollievo con un design fresco e divertente. Eppure estremamente contemporaneo e minimal.
Ecco il Up in the Air Table di Ramón Úbeda + Otto Canalda per Viccarbe che risponderà alla domanda fondamentale: lo vorreste un tavolino e un animale domestico nello stesso pacchetto?

video


Un cilindro laccato con pesciolini in resina ecologica estremamente realistici.
Ha quel pizzico di macabro che adoro.







Ho trovato poche immagini dato che il tavolino è appena stato lanciato allo scorso Salone del Mobile, ma non vedo l'ora di vederlo ambientato in una casa vera.
Con i gatti di polvere sotto il divano e una copertina colorata e stropicciata sul divano.


Emily

Consilium Vase di Eva Levin | C'è posto per uno

· 12:23

I vasi monofiore vanno per la maggiore quest'anno, sono il vero trend della stagione. E questo è positivo perché qualsiasi barattolo o bicchiere che si può trovare sui banchi di un mercatino dell'usato può diventare un piccolo contenitore per un solo fiore in linea con le ultime tendenze home decor.
Tra bicchierini vintage del Campari, Punt e Mes e Tassoni io ne ho da vendere e ultimamente, vuoi per ragioni di budget vuoi per puro senso pratico, mi sono un po stufata di andare dal fioraio per comperare uno o al massimo due fiori quindi opto sempre più spesso per rametti di gelsomino fiorito, di edera o di qualsiasi fronda io possa "rubare" dalle siepi nei dintorni.
Perché se ben guardate, intorno a voi ci sono foglie e infiorescenze bellissime, molto decorative e soprattutto agratis.
E perché non dargli il giusto risalto con i vasi Consilium di Eva Levin? Porcellana, rame e sughero per dei contenitori ad imbuto nei colori che preferisco: verde latte e menta, bianco e azzurro polvere.
Wow!









Li trovate su Nordic Design Collective.
In questo periodo sono molto bucolica (sarà perché sono gasatissima dalla mia pianta di basilico ancora viva e inaspettatamente rigogliosa?) quindi aspettatevi numerose ispirazioni e natural mood.


Buona settimana fiorellini!
Emily