Eames Aluminium Chairs | Il restyling dal Salone del Mobile

· 12:34

Novità in casa Vitra in occasione del Salone del Mobile 2014.
La Aluminium Chair progettata da Charles e Ray Eames (quanto amore) nel 1958 per la residenza privata di un collezionista d'arte di Columbus è stata rinnovata.
La coppia di designer aveva abbandonato il principio della scocca estendendo il pannello di tessuto o pelle per creare una seduta integrata con lo schienale elastica e comodissima, testata dalla sottoscritta durante la mia visita alla Vitra Haus di Weil am Rhein. Mai e poi mai mi sarei alzata da quella sedia, soprattutto perché, sulla Aluminium Chair ci si sente un po' il boss di una grande company americana in stile Mad Man.
Dovrebbero decisamente fornire un bicchiere di Brandy e un soriano bianco sulle ginocchia da accarezzare a chiunque provi questa seduta pensando di acquistarla perché, beh, la sedia da ufficio più famosa al mondo (originariamente concepita come dining chair) ti invoglia a correre all'anagrafe per cambiare il tuo nome in Dottoressa Male.




Nuovi colori e modelli più piccoli e più leggeri sono le novità che, a distanza di più di mezzo secolo sono state apportate a questa meraviglia, così come era accaduto al mitico Hang it all in occasione del Salone dell'anno scorso (qui).
Accanto ai modelli originari EA 117 e EA 119 spuntano i più agili EA 101, EA 103 e EA 104.
Per manager più giovani, dinamici e colorati?
Il concetto di rielaborazione e il metter mano a pezzi storici di questo calibro non sono manovre commerciali che mi vanno molto a genio però si sa, i tempi cambiano e con essi le esigenze, e quando un prodotto funziona così bene un restyling di questo tipo ha molto spesso la funzione di allungargli la vita.
Anzi, la Vitra.
Hahaha.






Lo so che è storicamente sbagliato, ma quando vedo tali carrellate di colori e tonalità non so resistere.
Anche se poi, finisco sempre per scegliere il nero, il grigio o il bianco.
Sigh!

Emily

Nessun commento:

Posta un commento