Gli origami da tavola di Lenneke Wispelwey

· 16:30

Momento origami per me.
Mi sto sciroppando fior fiore di tutorial su You Tube per dimostrare alla vita che se voglio costruire la gru, posso farcela.
E ce l'ho fatta.
Credo che quel che più mi piace degli origami sia la loro razionalità, la rigidità con cui bisogna seguire ogni singola mossa, gli spigoli e gli angoli.
Spigolosa e prismatica è anche la porcellana olandese di Lenneke Wispelwey, come se Biagio Rossetti, l'architetto che ha progettato il Palazzo dei Diamanti di Ferrara, avesse seminato il suo bugnato su tazze e piatti.
Colori tenui e primaverili che mi fanno letteralmente impazzire e una designer che dichiara di amare, tra le altre cose, le fontane di schiuma , le collane di fiori , gli orologi a cucù, le nuvole che sembrano coniglietti, Prince e ballare shakerando il sedere.
Cosa volere di più?

















Ogni tanto penso a come sarebbe la mia vita se comperassi ogni tazza o ciotolina che vedo, e la risposta è: troppo occupata a lavare i piatti.


Emily

Nessun commento:

Posta un commento