Black & white e case di maniaci assassini

· 11:20

Sono una fan del bianco. In ambito di arredamento mi piace per i soliti motivi: per la luminosità, perché d'estate dà l'illusione di freschezza e d'inverno di accoglienza dato che ricorda il colore della neve.
Nell'abbigliamento però la situazione si capovolge. Il nero è e sarà per sempre il colore (sì perché È un colore) che mi dona di più e che amo indossare, quello che, come il maiale, va su tutto.


Eppure, se penso a come sarebbe la mia casa con dei mobili neri rabbrividisco, non posso non associarli a quelle case di Miami in cui vivono gli yuppies del 2000 che ogni mattina si appendono a testa in giù per fare gli addominali attaccati per le caviglie a quella sbarra cromata che usava anche Richard Gere.
L'arredamento moderno black&white mi fa paura, mi fa freddo, mi fa tanto casa di Patrick Bateman e l'atmosfera da American Psycho non è il massimo per vivere in serenità tra le mura domestiche.

Cercando e curiosando sul web, però, ho trovato delle immagini di splendide case che hanno come colori base proprio il bianco e nero, con tocchi di colore e calore a bizzeffe.





Questo tappeto Ikea Stockholm deve essere mio.














Che ne pensate?
Per me questa è la quantità massima di nero consentita. Di più, sinceramente, non me la sento.

P.S. Ricordate il cuscino di Fine Little Day di cui vi avevo parlato qui? È magicamente atterrato in casa mia giusto ieri, in tempo per dare il via all'ossessione black&white dalla quale farò un po' fatica a guarire.



Emily

Nessun commento:

Posta un commento