Back to reality

· 22:28

Tornata da Parigi ed ho ancora la testa tra le nuvole.
Sono tornata dal mio N, al mio letto e alla mia casetta incasinata ma confortevole. Però non riesco a capacitarmi del fatto che fuori dalle mura di Riva del Garda sia tutto così diverso e per questo affascinante.
Devo riordinare un po' le idee e gli appunti scritti con calligrafia da gallina prima di potervi dare un assaggio delle mie impressioni, perché potete anche dimenticarvi un resoconto dettagliatissimo con ogni fermata di metropolitana, ogni quadro ammirato nei musei che ho visitato, ogni orario della mia tabella di marcia nazi-turistica, ogni pasto o acquisto che ho fatto.
Quello che farò sarà semplicemente questo: pensieri sparsi e osservazioni apparentemente inutili che però nascondono il vero viaggio, quello di testa.
Per ora mi sento ancora in vacanza. Come se fossi ancora frullata dal jet lag. Come se avessi appena trangugiato la pozione che mi ha fatta ritornare dal Paese delle Meraviglie.

Il momento delle immagini evocative:






Le Case Volanti del fotografo francese Laurent Chehere descrivono esattamente come mi sento in questi giorno. A casa, ma pur sempre in viaggio.



Emily

Nessun commento:

Posta un commento