Ho voluto la bicicletta e ora voglio pure pedalare

· 23:06

Con questo tempo infame non c'è nulla di più probabile di sentire ovunque gente che si lamenta del freddo.
Io sono un'amante del cambio stagione, nel senso che quando finisce l'estate non vedo l'ora che arrivi l'inverno e viceversa, di conseguenza in questi giorni sono carica come una molla nell'attesa della primavera. Ho voglia di indossare i miei nuovi vestitini, le mie calze colorate e soprattutto ho voglia di: PEDALARE!
La mia povera bici verde è tristemente abbandonata nella piazza della chiesa e sta già scaldando i freni.
Che ne dite, vi piace pedalare? Do you like to ride bicicle??
Prossimamente mi sono riproposta di comperarmi (e di imparare a non morirci sopra) una bicicletta da corsa degli anni Settanta, di quelle velocisssssime con il manubrio storto e quella specie di gabbietta in punta al pedale. L'unico dubbio è se assomiglierò di più alla protagonista di Flashdance o a un partecipante della Coppa Cobram di Fantozzi.
Se avete un po' di soldi da parte e volete una bicicletta da mille e una notte La Stazione delle Biciclette vende bellissimi modelli e stilosissimi accessori, anche se io continuo a preferire le bici usate.

Ad ogni modo non resta che attendere qualche grado in più e qualche bella giornata, perché dopotutto cosa c'è di più piacevole di un giro, o meglio di una "spiciulata", sul lungo lago arricchito da un toast al sole? E cosa c'è di meglio di un cestino da bici, affidabile sherpa d'acciaio che ti porta la borsa e le buste della spesa?
Beh, queste sono domande a cui io non saprei rispondere.


E adesso, per la serie "Essere affascinanti sempre" ecco un po' di belle foto:


 Voglio una maglietta così!







Se avete voglia di leggere questo post abbiate anche voglia di ascoltare "Leaves that are green" di Simon and Garfunkel. Grazie.



Emily

Ciao!

· 16:53

Lo so, un altro Blog. Che palle! Però aprirne uno era un pensiero che mi svolazzava nella mente da un po’ ed eccomi qua.

Inizio dicendovi chi NON sono (fingendo che qualcuno un giorno leggerà questo angolo di web) perché è più facile e perché a volte mi piace mettere subito le mani avanti.
Non sono una trendsetter, anzi, il più delle volte vesto in modo banale e pratico. Altre volte invece indosso abiti un po’ old style e un po’ “Che fine ha fatto Baby Jane?”. Ma non mi importa un granché. Ho un gusto tutto mio e francamente non ci tengo proprio ad essere di ispirazione ad altre ragazze.
Non sono neanche una di quelle tipe che si ricoprono di Hello Kitty e Winnie the Pooh. Odio i gatti (sono allergica) e gli unici orsi che amo sono quelli veri (quelli che mangiano la gente).
Ho pochi amici ma buoni, non chiamo le mie amiche “stellina”, “tata” o “tesoro” e soprattutto non considero il mio compagno (lo chiamerò N) il mio “cucciolo”.
Da queste prime righe sembrerà che io sia una cinica e acida trentenne, e forse per un buon 50% lo sono, ma il restante di me è a detta di molti il non plus ultra della dolcezza e della timidezza. La mia casa e il mio armadio sono invasi di uccellini, pois e bestioline e anche nei periodi più difficili della mia vita non posso fare a meno di vedere il mondo in rosa. Ok, odio anche il rosa, ma è un modo di dire, giusto?

Mentre digito queste prime righe del mio primo Blog fuori piove, gli Stones saltellano fuori dalle casse del mio pc e ho i piedi gelati ma il cervello pieno di futuri argomenti da approfondire in questa sede.
Perché dopotutto è inutile tentare di descrivere chi sono in un solo post. Altrimenti a che cavolo serve questo Blog??


La vita è una figata gente, e ve lo dimostrerò!

Emily